Impianti antiincendio: come mettersi al sicuro durante i periodi di vacanza

È arrivato il tempo dei ponti e delle festività, il periodo perfetto per partire qualche giorno.

Sono mesi che programmate queste vacanze e già vi vedete con le valigie in mano, con il pensiero già proiettato verso la località di villeggiatura prescelta, ma avete pensato anche alle cose da fare prima di partire per mettere al sicuro la vostra casa?

Perché mentre voi avete in testa solo divertimento e relax ci sono degli elementi inerenti la sicurezza della vostra casa che potrebbe essere bene pianificare: come ad esempio l’integrazione di un impianto antincendio nel sistema domotico.

La nostra assenza da casa potrebbe esporre la casa, l’ufficio o il negozio ad un elevato rischio di conseguenze distruttive in caso di incendio.

Per conseguenze distruttive non stiamo parlando di incendi di grandi proporzioni, basta davvero anche una piccola fiammata per annerire, impolverare muri e pavimenti.

Tutte le case sono provviste di salvavita, ma va sempre calcolato l’imprevisto: un contatto reso precario dal passare del tempo può far scaldare un cavo e renderlo pericoloso anche in un impianto elettrico certificato.

La prima regola fondamentale è quella di chiudere il gas e staccare gli interruttori e le prese elettriche che non vengono utilizzate.

La seconda regola, che più che regola possiamo chiamare consiglio, è quella di integrare il vostro antifurto smart con un sistema di rilevazione di incendio, la cui funzione è quella di allertare nel minor tempo possibile gli occupanti dell’edificio, mediante un allarme, per avvisarli della presenza di fumi o calore.

Domotica sinonimo di sicurezza

Assicurare un livello di sicurezza domestica sempre maggiore è certamente uno degli aspetti più importanti della vita delle persone, e la domotica può rivestire un ruolo davvero fondamentale, introducendo nel nostro quotidiano impianti di sicurezza intelligenti, in grado di svolgere una serie di funzioni molto utili.

Un antifurto smart può rivelare una fuga di gas, un principio di incendio oppure un allagamento, comunicandolo direttamente sul telefono del padrone di casa, che potrà così intervenire prontamente, evitando veri e propri disastri.

Nulla di più semplice che l’integrazione di un impianto antincendio nel sistema domotico: è possibile quindi la connessione tra l’impianto dotato di sensori posti in vari punti di un’abitazione (o di un edificio in genere) e la matrice domotica e si avrà un controllo della casa totale.

Un sistema integrato garantirà il massimo livello di prevenzione ed eviterà che un banale incidente domestico o una distrazione possa trasformarsi in un grave incendio.

La rilevazione tempestiva ed automatica, tramite sensori, del processo di combustione prima che questo degeneri nella fase di incendio generalizzato (flash over) è fondamentale per intervenire precocemente, abbattendo l’entità dei danni a cose e persone.

Secondo poi è possibile accedere al pannello di controllo del sistema integrato da ogni cellulare e computer, permettendo di avere tutta la situazione sotto controllo sempre, per intervenire direttamente sulla centrale sia da remoto che localmente.

Sono molti gli elementi a favore dell’integrazione di un impianto di sicurezza antincendio con un sistema di automazione domestica per un’installazione personalizzata, primo fra tutti una maggiore sicurezza e tranquillità per il proprietario di casa, secondo poi il grande vantaggio di permettere una gestione della casa sia centralizzata che personalizzata.