Mutui Green: il 2019 si apre ai finanziamenti “ecologici”

Vivere nel rispetto della Terra sembra a volte estremamente complicato, viviamo in una società che sembra fare di tutto pur di inquinare, ma il 2019 potrebbe essere l’anno giusto per scegliere un’abitazione ecologica, poiché le agevolazioni e i finanziamenti previsti sia dallo Stato che dalle Banche sono molteplici.

Proprio per favorire la diffusione di una cultura che promuove il rispetto per la terra e il concetto di ecosostenibilità anche gli istituti bancari hanno deciso di mettersi in primo piano proponendo mutui e prestiti a tassi favorevoli a chi decide di optare per la costruzione di case o edifici scegliendo soluzioni atte al risparmio energetico, a partire dall’uso dei materiali.

Gli interventi per i quali si può richiedere il mutuo sono finalizzati alla riduzione del consumo energetico, e richiederanno l’installazione ad esempio di pannelli fotovoltaici o pannelli solari.

Cosa sono i mutui green? E quali sono le agevolazioni? 

I mutui green sono mutui a tassi di interesse agevolati, vengono solitamente applicati spread più bassi rispetto ai classici mutui. Generalmente per i mutui green lo spread non supera il 5% se il prestito è finalizzato all’acquisto, la ristrutturazione o la costruzione “ex novo” di una casa ecologica.

Quali sono i vantaggi? 

Uno dei maggiori vantaggi nella scelta di rendere ecologica la propria casa o di costruirla da zero è un finanziamento che coprirà il 100% del costo degli interventi e l’80% dell’immobile.

Chi può richiedere un mutuo green?

Un mutuo green può essere richiesto sia da privati che da parte di aziende.

Inoltre è prevista l’erogazione di prestiti anche per l’acquisto di un veicolo ecologico, di elettrodomestici ad alta efficienza energetica e per la fornitura di materiali 100% ecologici.

Documenti necessari 

Per richiedere un finanziamento green ovviamente è necessario presentare in banca una specifica documentazione, che verrà presa in esame per l’erogazione prevista dal mutuo “green”.

Vediamo insieme i documenti da presentare

  • Documento di riconoscimento
  • Codice fiscale
  • Documento attestante il reddito del richiedente
  • Giustificativo della spesa, preventivo o fattura

Gli interventi per i quali si richiede il finanziamento, inoltre, devono rientrare in questi ambiti

  • Acquisto di immobili con classe energetica A
  • Interventi di riqualificazione energetica
  • Costruzione di immobili con le tecniche di bio-edilizia

A quali banche richiedere i finanziamenti

I finanziamenti green saranno erogati in Europa da quaranta istituti di credito, tra i quali compaiono nove banche italiane: Banco Bpm, Bnl-Bnp Paribas, Bper Banca, Crédit Agricole-Cariparma, Friulovest Banca, Monte dei Paschi, Société Générale (filiale italiana), UniCredit,Volksbank Alto Adige.